CAPONATA, LA CLASSICA

caponata classica

 

Perché la classica? Perché ne esistono una infinità di varietà. Solo con melanzane. Oppure anche con peperoni. Oppure anche con zucchine. Oppure….

Insomma la ricetta varia da regione a regione (anche se le origini sono siciliane) e da famiglia a famiglia.

Oggi io ho voluta provare quella classica con le melanzane ed il sedano anche se mi perdonerete, ma anche io mi sono fatta tentare una piccolissima variazione.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE – TEMPO OCCORRENTE 2 ore circa

1 kg di melanzane

300 gr di sedano (gambi)

200 gr di cipolle

200 gr di olive nere o taggiasche o miste

50 gr di capperi dissalati

60 gr di pinoli

500 gr di pomodorini

60 gr di uva sultanina

Sale e pepe q.b.

Sale grosso q.b.

Qualche foglia di basilico

25 gr di olio evo

300 gr di olio di arachidi per friggere

40 gr di aceto di vino bianco

30 gr di zucchero

PROCEDIMENTO

Prendere le melanzane e tagliarle a cubetti piccoli e metterli in uno scolapasta cosparsi di sale grosso e magari con un peso sopra in modo tale che la melanzana perda l’acqua amarognola di vegetazione. Dovranno rimanere così per circa un’ora.

Tagliare finemente la cipolla e a pezzetti le coste di sedano. I pomodorini vanno tagliati a dadini.

Mettere sul fuoco una pentola con acqua salata dove far bollire per 3 minuti il sedano appena tagliato. Lasciare poi a scolare su di un panno pulito.

Lasciare appassire le cipolle con poco olio evo e magari aggiungendo anche un po’ di acqua, in una padella. Dopo circa 10 minuti, aggiungere i capperi, le olive, i pinoli e l’uvetta (ecco il mio extra). Lasciare soffriggere a fiamma vivace per una decina di minuti. Aggiungere poi i pomodori e lasciare cuocere per circa 15 minuti o fino a che i pomodori non risultano cotti.

In un’altra padella, mettere l’olio per friggere e far scaldare ben bene. Intanto sciacquare le melanzane sotto l’acqua per togliere il sale rimasto e poi asciugarle con uno scottex.

Prepararsi, a questo punto, a friggere le melanzane appena l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura. Se avete un termometro da cucina verificate che abbia raggiunto i 170°; altrimenti provate con uno stecchino di legno. Se attorno si formeranno delle bollicine, la temperatura sarà quella giusta.

Scolarle dall’olio in eccesso e dopo qualche minuto di riposo aggiungerle nel tegame dove sta cuocendo il sughetto di pomodori.

in una padella dove avrete aggiunto un po’ di olio evo, fate invece soffriggere velocemente i tocchetti di sedano sbollentati. Anche questi, appena scolati e lasciati riposare qualche minuto, andranno aggiunti al resto degli ingredienti.

Lasciare cuocere il tutto per 2-3 minuti ed infine aggiungere lo zucchero e l’aceto.

Lasciare sfumare bene quest’ultimo (il trucco sta nel mettersi sopra il recipiente e finchè si sente ancora l’odore dell’aceto, vuol dire che non è perfettamente sfumato)e aggiungere le foglie di basilico.

Lasciare andare per qualche minuto e spengere il fuoco.

La vostra caponata è pronta !!

Bon Appétit!

Mony

SUGGERIMENTI

E’ buona tiepida ma ottima anche fredda, a temperatura ambiente

Si accompagna bene come contorno a cibi fritti. Provatela con pesce ma anche con carne fritta ! Fatemi sapere !

Related Post

ARISTA CIPOLLE E MENTA   L’estate non arriva ma nella speranza che prima o poi si faccia vedere e sentire, noi pensiamo a cosa ci potrebbe far piacere mangiare. ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *